In questo sito utilizziamo i cookie, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Per maggiori informazioni clicca qui oppure chiudi.
LA SQUADRA
IL CAMPIONATO
MEDIA
TICKETS
Banca di Piacenza Gas Sales Energia Bluenergy

Alessandro Tondo si racconta: passatempi e hobby in quarantena

Alessandro Tondo si racconta: passatempi e hobby in quarantena image

Il centrale della Gas Sales Piacenza è il protagonista della nuova puntata di Volley Zap, la rubrica curata da Andrea Brogioni e promossa dalla Lega Volley su Eleven Sport.

Il biancorosso, originario di Lecce, si è raccontato in un’intervista a 360 gradi, toccando varie tematiche, dall’isolamento a casa di queste settimane, agli hobby e alle passioni che lo contraddistinguono.

Si parte ovviamente dal periodo attuale, ossia come trascorrono le giornate a casa Tondo durante questa quarantena:

“In queste settimane il tempo sembra essersi quasi fermato e scorre molto lentamente ma si cerca di occuparlo, facendo allenamenti e preparando un corso in video lezione per l’Accademia di Osteopatia di Busto Arsizio. Nel tempo libero mi dedico al giardinaggio e ai videogiochi che sono le mie grandi passioni. Non vedo l’ora però di poter riabbracciare i miei nipoti, i miei genitori e poter andare al mare”.

Si passa poi alla Gas Sales Piacenza: il biancorosso ha confessato di voler prendere in prestito volentieri alcune caratteristiche da due suoi compagni di squadra:

“A Dragan Stankovic prenderei la preveggenza per riuscire ad anticipare le intenzioni o le giocate degli avversari sottorete, mentre al nostro capitano Alessandro Fei ruberei la caratteristica di riuscire a fare sempre la cosa giusta al momento giusto”.

Nel corso dell’intervista il centrale biancorosso ha anche raccontato la sua passione per le tematiche sostenibili:

“L’interesse alle tematiche green è qualcosa che ho sempre avuto fin da quando ero piccolo e non a caso a scuola mi piaceva molto biologia. Questa passione si è consacrata l’anno successivo alla laurea: da lì, ho cominciato a leggere, a informarmi di più e ho iniziato a dedicarmi alle piante da terrazzo che porto sempre con me e che hanno la particolarità di essere nate da seme o talea. Per un mondo più sostenibile bastano davvero pochi e semplici gesti ma che insieme possono diventare grandi, come una raccolta differenziata fatta nel modo corretto e consapevole o acquistare prodotti biologici che fanno poco uso di pesticidi”.